La presentazione in generale

La Repubblica di Polonia (RP) è situata nell’Europa Centrale fra il Mar Baltico al nord e le catene montuose (i Sudeti e i Carpazi) al sud. I fiumi principali che attraversano la Polonia sono la Vistola e l’Odra. La capitale della Polonia è Varsavia (ha un milione di abitanti), situata nel centro del paese. La Polonia esiste storicamente dal 966, quando il principe Mieszko I (Miecislao I) la fece battezzare.

Nel 1025 fu creato il Regno della Polonia di cui il primo re fu Boleslaw Chrobry, figlio di Mieszko I. Nel 1569 sotto la dinastia degli Jagelloni venne accordata un’alleanza fra la Polonia e la Lituania (dopo l’Unione di Lublino) e venne creata la Repubblica delle Due Nazioni – uno dei più grandi stati dell’Europa del Cinquecento e del Seicento (negli anni 1618-1621 ebbe la superficie di 1 mln km²).

La Repubblica esistette fino al 1772, quando fu divisa fra la Prussia, la Russia e l’Austria. Dopo 123 anni, nel 1918 – dopo la prima guerra mondiale – la Polonia divenne nuovamente indipendente. A settembre del 1939 la Polonia fu invasa dalle truppe del Terzo Reich, dell’Unione Sovietica e della Slovacchia e così ebbe inzio la seconda guerra mondiale in cui più di sei milioni di Polacchi persero la vita. Dopo la guerra, in seguito alla Conferenza di Potsdam, le frontiere della Polonia furono spostate verso Ovest.

Nel 1946 la Polonia divenne un paese satellite dell’Unione Sovietica (e fu denominata Polska Rzeczpospolita Ludowa / Repubblica Popolare di Polonia – PRL).

Dopo la caduta del comunismo nel 1989 la Polonia divenne un paese democratico. Oggi è il membro dell’Unione Europea e dell’ONU.