Gli azzurrini del passato

Un aspetto sicuramente romantico e affascinante delle Under 21 viste nel corso degli anni è l’aver saputo unire l’Italia, grazie a giocatori provenienti sia dai club più famosi e sia quelli più piccoli.
Sono tantissimi i calciatori che hanno partecipato alle imprese delle varie Under 21 succedutesi nel tempo.
Negli anni di Vicini è impossibile dimenticare giocatori del calibro di Galli, Collovati, Baresi, Bergomi, Tassotti, Ancelotti, Maldini, Mancini, Vialli, Giannini e Baldieri.
Così come rimarranno nei ricordi gli anni vittoriosi di Cesare Maldini, con giocatori come Antonioli, Peruzzi, Costacurta, Di Canio, Melli, Muzzi, Orlandini, Baggio, Panucci, Cannavaro, Tommasi, Del Vecchio e Totti.

Sono certamente entrati nella storia i futuri campioni del mondo del 2006 Andrea Pirlo (giocatore con più presenze in Under 21 con 46 partite disputate) e Alberto Gilardino (miglior realizzatore nella storia dell’Under 21 con 19 reti).

Negli anni più recenti possiamo senza dubbio ricordare Marchisio, Verratti, Florenzi, Immobile, Insigne e Gabbiadini, negli ultimi anni presenze costanti nella nazionale maggiore, e gli ancora arruolabili Rugani, Romagnoli, Berardi e Bernardeschi, future stelle del calcio nostrano.