L’attesa dell’Europeo

Una competizione importante come l’Europeo Under 21 non può che essere vissuta in maniera coinvolgente da parte della popolazione polacca che è appassionata di calcio e che vuole essere protagonista con la propria Nazionale. Lo stesso Boniek, presidente della Federazione, ha cercato di fare una squadra che sia all’altezza di quello che aspettano i tifosi di casa: trionfare nella competizione.

Infatti i polacchi aspettano questo evento con tanta trepidazione non solo perché gli occhi del mondo, dopo l’Europeo per grandi organizzato in collaborazione con l’Ucraina nel 2012, saranno tutti puntati sul paese che negli ultimi anni ha subito la crescita più importante ma anche perché si vuole che tutto vada secondo i canoni migliori affinché da questo Europeo ci possa essere anche un incremento importante dal fronte turismo.

E così tutti per uno e uno per tutti sembra essere questo il motto dei polacchi che vogliono che le città impegnate nell’evento siano le più vivibili possibili per i tanti tifosi stranieri che arriveranno nel proprio paese. E quindi l’accoglienza senza sbavature è stato il primo pensiero di coloro che vogliono bene alla Polonia e che sperano che questa manifestazione dia lustro anche per il futuro alla propria nazione.

Naturalmente questo clima di festa e goliardia viene offuscato dagli attentati terroristici che si stanno vivendo in queste ore in tutta Europa. Si sa che i terroristi “amano” mettersi in mostra proprio nei grandi raduni internazionali come potrebbe essere quello degli Europei Under 21, e quindi anche la popolazione polacca incomincia a temere un possibile attacco. Le misure di sicurezza sono state rafforzate e all’avvicinarsi dell’evento divengono sempre più ferree.